Segui il blog tramite email

venerdì 19 ottobre 2012

Forse sono sulla strada buona, che dite?

Ciao ragazzi, vi ricordate uno dei miei primi colloqui, quello su cui ci contavo poco?
Pochi giorni fa il manager di quella compagnia mi ha richiamato per fare un secondo colloquio e cosi' stamattina sono andato al suo ufficio di Brooklyn. Mi ha fatto altre domande, sopratutto sui visti e teoricamente mi ha fatto una proposta. Dico teoricamente perche' anche se sarebbe molto interessato ad assumermi l'unico problema potrebbe essere che i dirigenti in Italia sono esitanti a sponsorizzare per un visto di lavoro. In sostanza la compagnia inizia le operazioni in Usa in questi mesi e sia i dirigenti in Italia che il manager che si occupera' del mercato americano non conoscono bene le pratiche di immigrazione e il mondo dei visti e credo che siano esitanti perche' non sanno se il visto verrebbe approvato con facilita' e quanto tempo occorre per ottenerlo e inoltre per loro sarebbe una spesa extra che non avrebbero se assumessero una persona con cittadinanza americana o con la green card.
Ho chiarito al manager che il visto lo pagherei io (ma diciamo che era sottinteso anche per lui) e che sono gia' in contatto con l'avvocato di immigrazione che si occupo' del visto quando lavorai qui in passato e che esiste un procedimento un po' piu' costoso (ovviamente a mie spese) che consentirebbe di ottenere un visto in poche settimane. Credo di averlo convinto, infatti ha iniziato a parlarmi in termini di: sarai da solo in ufficio, avrai un tuo portatile personale, se magari le cose vanno bene ci sposteremo in un altro ufficio e assumero' altre persone. Se dall'Italia danno l'ok dovrei iniziare a Gennaio e quindi siamo rimasti cosi': io chiedero' al mio immigration lawyer se e quale visto potrei ottenere entro gennaio mentre il manager, anche in base alle risposte del mio immigration lawyer, chiedera' ai suoi capi in Italia e credo che cerchera' di convincerli che sponsorizzarmi per un visto e' una procedura facile e veloce e sottolineera' che le spese saranno a mio carico.
In questi giorni aspetto anche che si faccia sentire la compagnia che piu' di tutte mi aveva dato qualche speranza, la compagnia che produce gioielli, quella del colloquio da Starbucks. Magari mi faranno un'offerta migliore e potro' scegliere tra due offerte? E' ancora presto per esultare e lo faro' solo quando vedro' un work visa stampato sul mio passaporto pero' forse sono sulla strada buona, che dite? Fingers crossed e comunque vada, grazie a tutti per il supporto!

8 commenti:

  1. Teniamo tutti le dita incrociate!

    RispondiElimina
  2. Sei un grande Luca, faccio il tifo per te!

    RispondiElimina
  3. ...la Ditta di gioielli la vedo potenzialmente migliore (conosco il settore) ma comunque le dita le incrocio volentieri e sinceramente. Good luck!

    RispondiElimina
  4. Mi colpisce soprattutto la capacità che tu hai avuto nel pianificare questi colloqui di lavoro...
    Bravo.
    Una curiosità personale: forse mi è sfuggito, ma in che settori hai cercato?

    d.


    P.S.: Hai inviato la domanda per la lotteria per la Green Card? C'è tempo fino a novembre!

    RispondiElimina
  5. @ Dario, per la lotteria per la green card devo ancora fare domanda, ho qualche altro giorno di tempo. Mi sa che domani c'e' un ripescaggio per la lotteria dell'anno scorso ma non ho capito bene se lo fanno o no.

    Per i colloqui di lavoro diciamo che il disgusto di cui parlavo nei miei primi post, legati alle mie esperienze di lavoro italiane mi hanno dato la forza (dopo un periodo di depressione) di concentrarmi sugli USA e per tutta l'estate ogni giorno mi mettevo al pc dalla mattina alla sera a mandare CV alle aziende italiane in Usa.
    Poi a settembre sono partito per gli Usa. Non ho cercato in settori specifici ma essenzialmente tra aziende italiane con sede nella tri state area. Lavorare con un'azienda italiana mi da' piu' possibilita' di ottenere un work visa anche perche' non ho una laurea tecnica ma una laurea in lingue e una in business office technology. Speriamo cbe a breve si concretizzi un'opportunita' di lavoro per me in USA. I'll keep you updated.

    RispondiElimina
  6. ho incrociato tutte le dite a mia disposizione!!!!!

    RispondiElimina
  7. @ Samantha Grazie! Credo che avro' un quadro preciso entro pochi giorni.
    Le possibilita' sono queste:
    1 Un'offerta di lavoro che mi hanno gia fatto ma che si concretizza solo se l'avvocato mi dice che si puo' ottenere un visto in tempi brevi.

    2 Due proposte di lavoro tra cui scegliere, perche' domani la compagnia di gioielli potrebbe farmi un'offerta (sempre sperando che si possa ottenere il visto in tempi brevi)

    3 Difficolta' ad ottenere un visto in tempi brevi e quindi le aziende non possono aspettare e me ne torno in Italia.

    RispondiElimina